Source pic: YT

Il Belgio ha riadattato le misure per frenare la diffusione del coronavirus nel Paese, ha annunciato mercoledì la primo ministro Sophie Wilmès durante una conferenza stampa, dice VRT.

“Avevamo già annunciato nell’ultima conferenza stampa che avremmo cercato una strategia a lungo termine”, ha detto la Wilmès che ha parlato ampiamente degli ultimi mesi. La prima fase dell’emergenza è stata finalizzata ad evitare che il sistema sanitario collassasse, la seconda è stata finalizzata a rimuovere le misure mentre la terza è incentrata sulla gestione del rischio.

“In questo modo, stiamo cercando di tornare a una situazione il più normale possibile, a lungo termine, per la quale è possibile elaborare un sistema insieme agli esperti di Celeval”, ha detto la Wilmès. Le 6 regole generali rimangono il cardine della strategia. Contatti sociali: le regole con persone non dello stesso gruppo familiare verranno aggiustate in base all’andamento della pandemia.

Via la bolla sociale, quindi, sostituita da una cifra variabile in base al numero di contagi. Dal 1 ottobre, le mascherine saranno obbligatorie solo in luoghi affollati. Wilmès chiede alle autorità locali di conformarsi al cambiamento e di non mantenere la regola in luoghi non necessari.

Per gli eventi si fa la differenza tra privati ​​e professionali. Per le riunioni private, il numero massimo di ospiti rimane 10 mentre gli altri eventi, quelli pubblici, non avranno limiti al numero di ospiti se non la capienza del locale. Rimane lo stop a club e attività di ballo.

In sintesi:

1. Le regole di base continuano ad essere applicate: lavarsi le mani, mantenere una distanza di un metro e mezzo e indossare una mascherina dove ciò non è possibile.

2. Nessun limite alle riunioni private: se vengono mantenute le distanze e non si incontrano più di dieci persone contemporaneamente (i bambini non sono inclusi).

3. La bolla scompare: tutti possono avere contatto con un massimo di 5 persone al mese, ma il numero deve essere limitato il più possibile.

4. Ci sarà un sistema di “bussole” a livello nazionale, regionale e locale in modo che le decisioni possano essere prese rapidamente se la situazione migliora o peggiora.

5. Eventi pubblici (o aperti al pubbloco) ma anche ricevimenti o matrimoni sono soggetti alle stesse regole del settore della ristorazione. Club e feste dove si balla non sono consentiti.

6. Dal 1 ° ottobre la quarantena sarà ridotta a 7 giorni.