The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Belgio, misure anti-corona: continuo tira e molla tra polizia e cittadini



Mentre le misure anti-corona in Belgio si allentano e consentono di uscire per un numero crescente di motivazioni, la polizia di Bruxelles ha difficoltà a garantire che le persone continuino ad attenersi alle regole.

Da lunedì 18 maggio sono state aperte scuole, molti musei e attrazioni culturali, zoo, mercati e “professioni di contatto” come i parrucchieri. Una settimana prima, lunedì 11 maggio, tutti i negozi potevano riaprire le loro porte. Ciò significa che visitare un museo o fare shopping sono ora validi motivi per trovarsi negli spazi pubblici, a condizione che vengano indossate mascherine, se necessario, e che il distanziamento sociale venga rispettato. Dal momento in cui ognuno può andare a trovare fino ad altre quattro persone, indipendentemente dalla zona del Belgio in cui si vive, la polizia ha ridotto i propri controlli sui “viaggi non essenziali”, ma è passata al monitoraggio del divieto di assembramenti.

“Se riceviamo una chiamata per un’infrazione al divieto di assembramento, andiamo e interveniamo. Quindi la situazione migliora, ma solo temporaneamente, perché le persone si avvicinano di nuovo l’una all’altra dopo poco tempo”, ha riferito al Brussels Times il portavoce della polizia della zona di Bruxelles Capital-Ixelles. “Dobbiamo ricordare le regole alle persone. Costantemente”, ha aggiunto. “Vorrei dire che questo è un gioco costante tra i cittadini e la polizia, ma la posta in gioco è troppo alta per definirlo un gioco”, ha detto Slosse. “Tuttavia, dobbiamo giocarci e tenere d’occhio le persone in modo permanente”, ha aggiunto.

La regola di base è che le persone dovrebbero rimanere a casa il più possibile e dovrebbero uscire solo per viaggi essenziali. “Tuttavia, molte cose sono di nuovo permesse ora. La pressione sugli spazi pubblici è in aumento”, ha detto Slosse. “Cerchiamo di risolvere il più possibile migliorando le indicazioni per i pedoni, per esempio”, ha aggiunto. Tuttavia, alcune strade sono così strette che questa soluzione non è possibile e persino il rispetto delle normali misure di distanziamento sociale diventa difficile. Diversi comuni di Bruxelles, come Etterbeek e Saint-Josse-ten-Noode, hanno persino reso obbligatorio indossare una maschera in molte di queste strade e negozi sul loro territorio.

Spetta ai commercianti e ai rivenditori assicurarsi che il distanziamento sociale sia possibile. Se un negozio non può garantire lo spazio adeguato per i propri clienti, deve rimanere chiuso. “In diverse strade abbiamo anche svuotato alcuni spazi precedentemente dedicati al parcheggio, per assicurarci che ci sia abbastanza spazio per camminare normalmente”, ha riferito Slosse. “In alcuni quartieri, come il distretto di Matongé a Ixelles, ad esempio, i marciapiedi non sono sempre abbastanza ampi”, ha aggiunto. “Nella maggior parte dei casi, non è che le persone si rifiutino di aderire alle regole, ma sono più che altro negligenti o non prestano sufficiente attenzione. Quando le persone sentono gli annunci di misure che entreranno presto in vigore, pensano che tutto sia di nuovo permesso”, ha aggiunto Slosse.

Inoltre, la polizia controlla dove si verificano la maggior parte dei problemi su base giornaliera, per tenersi sempre aggiornata. “In quelle aree, cerchiamo di essere molto presenti, principalmente come fattore di prevenzione. Vogliamo incoraggiare le persone a seguire le regole“, ha dichiarato. Poiché è stato previsto un aumento delle temperature per il weekend lungo, la polizia sta monitorando attentamente i parchi della città. “La voglia di uscire è fantastica. Le persone sono creature sociali, quindi ha senso che vogliano uscire”, ha detto Slosse.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!