Foto credit: Sara Ariu

I virologi sono contrari alla richiesta del governo della Vallonia di allentare le misure-Covid prima di Natale, scrive VRT. M. Jeholet dei liberali francofoni (MR) ha chiesto una riunione del comitato di consultazione dei governi locali in Belgio per decidere i prossimi passi che includevano, secondo il governo vallone, anche la possibilità di riaprire parrucchieri e barbieri.

Il virologo Marc Van Ranst dell’Università di Leuven ha affermato che la situazione epidemiologica di questo momento non consente rilassamenti: “Mentre il numero di riproduzione per il Belgio si aggira intorno a 0,90, ad Anversa, nel Brabante fiammingo e nel Limburgo è superiore allo 0,95, mentre nelle Fiandre occidentali e in Lussemburgo è superiore a 1. C’è il rischio che il trend in calo inverta la rotta”.

Anche il microbiologo Emmanuel André, dell’Università di Leuven, esorta a imparare dagli errori: “È meglio aspettare e ridurre il rischio il più possibile invece di affrettarsi inutilmente verso una terza ondata e un nuovo blocco”, ha detto a VRT.

Il professor André accusa i liberali francofoni di mettere in pericolo la salute pubblica ma anche l’economia che richiede stabilità. Contrario all’ipotesi anche il premier fiammingo Jambon.