Dopo un altro anno di confinamento, i belgi hanno voglia di cambiare aria. Questo è ciò che il barometro immobiliare della Federazione dei Notai ha rivelato questo giovedì che nei primi sei mesi dell’anno, le transazioni immobiliari sono aumentate del 30,6% rispetto al 2020. Una cifra da mettere in prospettiva, dice il notaio Renaud Grégoire, portavoce del sito notaire.be: “La prima metà del 2020 era stata segnata dal contenimento legato al coronavirus dove l’attività aveva subito forti rallentamenti”.

Tuttavia, anche se facciamo un confronto con il 2019, un anno più “classico”, l’osservazione rimane la stessa: le vendite di immobili sono aumentate del 16,7%, grazie a tassi d’interesse abbastanza bassi e ai massicci investimenti in immobili. Si osserva un aumento generale in tutte le regioni; la Vallonia è la regione in cui avvengono più transazioni corrispondenti al 19,4% in più rispetto ai primi mesi del 2019, nelle Fiandre si parla di un 16,1% e nella regione di Bruxelles-Capitale di un 8,8%.

Allo stesso tempo, i prezzi degli immobili in Belgio stanno ancora aumentando, ma più lentamente. Tenendo conto dell’inflazione, il prezzo medio di una casa è ora di 289.456 euro, pari ad un aumento del 3,2%. Le persone che vogliono comprare una casa in Belgio pagheranno 9.000 euro in più rispetto a prima e per l’acquisto di un appartamento, il prezzo medio è di 254.267 euro, pari ad un 2,8% in più sempre includendo l’inflazione.

L’aumento dei prezzi riguarda soprattutto le Fiandre, per un 5,1% (per le case) ed un 4,6% (per gli appartamenti). In Vallonia (2,9% per le case, 0,7% per gli appartamenti) e a Bruxelles (1,6% e 2,5%), l’aumento è minore.

In Vallonia, l’aumento maggiore è localizzato nella provincia di Lussemburgo, dove i prezzi sono saliti a 236.234 euro per una casa e 188.191 euro per un appartamento. Dal 2016, il prezzo di una casa è aumentato del 26,6% in questa provincia. “Tenendo conto dell’inflazione, ora bisogna pagare 35.000 euro in più rispetto a 5 anni fa per comprare una casa nella provincia di Lussemburgo”, dice Renaud Grégoire , ciononostante è in questa provincia che il numero di transazioni è esploso quest’anno: arrivando ad un 41,4% in più rispetto al 2020.

Al contrario, la provincia di Hainaut, dove sono localizzate la stragrande maggioranza delle case sul mercato (89%), rimane la più conveniente in Belgio per comprare, con un prezzo di medio di vendita pari a 171.438 euro, 3,5% in più in confronto all’anno scorso.

Nel nord del paese invece, l’aumento dei prezzi è particolarmente marcato nelle Fiandre orientali: 6,7% di aumento in un anno, cioè il 27,9% in più rispetto a cinque anni fa. Il prezzo di una casa raggiunge in media 316.783 euro. Tuttavia, resta ancora più conveniente rispetto alla proprietà nel Brabante fiammingo, dove si raggiungono i 373.215 euro in media, corrispondente al 5,5% in un anno.

L’aumento maggiore delle transazioni è avvenuto nelle Fiandre occidentali, con il 36% di vendite in più rispetto all’inizio del 2020. Sia gli appartamenti che le case costano in media circa 283.000 euro, un piccolo aumento.

A Bruxelles, il numero di transazioni è in leggero aumento, con il 18,1% di vendite in più rispetto al 2020. D’altra parte, è nella regione che i prezzi sono i più alti per una casa (507.936 euro in media), nonostante un aumento relativamente piccolo.

Il prezzo medio di un appartamento è di 281.593 euro, che è 36.000 euro più alto in confronto a cinque anni fa. Un record: per la prima volta, il prezzo medio di un appartamento a Bruxelles supera i 280.000 euro. In cinque anni, Bruxelles ha visto il picco dell’aumento dei prezzi.

Le cifre del barometro 2021 confermano anche una tendenza: più della metà degli acquirenti hanno tra i 30 e i 50 anni. Un aumento del 2% in cinque anni. Al contrario, gli under 30 sono sempre meno: rappresentando ormai meno di un quarto degli acquirenti.

“Oggi, sta diventando difficile comprare la casa o l’appartamento dei propri sogni senza l’aiuto finanziario della propria famiglia, soprattutto quando si compra da soli”, dice Renaud Grégoire, che consiglia di puntare su “una proprietà più piccola, o meno ben situata, all’inizio. Comprare un casa piccola in modo che aumenti di valore. Al fine di comprarne una più grande in seguito”.