The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Belgio, Kortrijk vieta assembramenti fuori dai bar

Michielverbeek / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)

La cittadina di Kortrijk ha introdotto una nuova ordinanza che vieta assembramenti all’uscita dei bar, nelle strade principali. La città fiamminga vuole evitare nuove scene come quelle viste nelle scorse settimane, quando masse di studenti si sono riunite senza rispettare il distanziamento sociale.

La strada in questione si chiama  Burgemeester Reynaertstraat: la polizia controllerà spesso, e chi sarà sorpreso a violare le regole verrà multato. La settimana scorsa, con l’inizio dell’anno accademico, la polizia di Ghent ha chiuso Overpoortstraat: il numero di studenti presenti era talmente elevato che rispettare il distanziamento sociale era impossibile.

La Burgemeester Reynaertstraat a Kortrijk è nota per i numerosi bar frequentati da studenti. In futuro si potrà stare seduti ai tavolini ma gli assembramenti all’uscita dei bar saranno vietati.

I proprietari dei bar sembrano felici delle nuove regole e dei maggiori controlli. In un’intervista a NWS, il proprietario del Café 56 si é detto sollevato dalle nuove misure, era infatti preoccupato dal numero di studenti che si aggiravano fuori dal bar anche dopo la chiusura. Emmanuel, il proprietario, dice che i giovani non sembrano troppo preoccupati dalle regole e nemmeno dal prendere una multa ma forse cambieranno idea con le nuove misure.

Ultimamente il virus si è diffuso molto tra gli studenti:  popolazione studentesca. La scorsa settimana si sono registrati 22 casi di coronavirus al College of Europe di Bruges. La scuola ha quindi invitato tutti i suoi 350 studenti a rispettare un periodo di quarantena per frenare il diffondersi del visus.