A mezzanotte del 2 novembre sono entrati in vigore le nuove misure, che si aggiungono a quelli già presenti. Tra i nuovi provvedimenti, troviamo:

  • Le famiglie possono invitare solo 1 persona alla volta. Ad ogni membro della famiglia è consentito un cosiddetto congiunto, ovvero la persona con cui si ha una relazione, e con la quale non è necessario mantenere le distanze sociali. Coloro che vivono da soli, possono avere un secondo contatto, che sia un familiare o un amico. Tuttavia, qui le distanze sociali devono essere mantenute, e il secondo contatto non può essere presente allo stesso momento del congiunto.
  • All’esterno è permesso l’incontro con un massimo di 3 persone, con le quali per esempio fare una passeggiata mantenendo le dovute distanze e l’uso della mascherina.
  • Tutti i negozi di beni non essenziali, sono costretti a chiudere. Tuttavia, possono continuare a servire i propri clienti online tramite ordini di consegna a domicilio o servizi di ritiro. (Lista dei negozi ancora aperti)
  • Le professioni di contatto non mediche, come parrucchieri, barbieri ed estetisti devono sospendere le loro attività.
  • Le vacanze scolastiche di metà semestre sono state prorogate fino al 15 novembre. Dopo le vacanze, agli alunni del terzo anno di secuola secondaria e superiore verranno impartiti metodi di apprendimento online.
  • Lo smartworking è obbligatorio per tutti coloro che hanno la facoltà di farlo. In caso non sia possibile, sufficiente ventilazione e mascherine per il viso sono necessarie sul posto di lavoro.
  • A differenza del primo lockdown, le aziende non essenziali possono continuare ad operare, solo se seguono alla lettera le norme di sicurezza imposte.
  • Ristoranti, bar compresi negli hotel devono chiudere. Gli ospiti dell’hotel possono ora consumare i pasti solo nelle loro stanze.
  • Possono assistere ai funerali un massimo di 15 persone. E non sono consentite veglie funebri (ricevimenti, pasti, ecc. )
  • I villaggi vacanze chiuderanno da martedì 3 novembre.

Le nuove misure rimarranno in vigore per almeno 6 settimane. Entro il 1 dicembre sarà effettuata una valutazione delle misure relative ai negozi. Il coprifuoco in vigore, dalle 22:00 alle 6:00 a Bruxelles e in Vallonia, e dalle 00:00 alle 5:00 nelle Fiandre, rimarrà in vigore almeno fino al 19 novembre.