The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Belgio, in tribunale maxi processo per pedopornografia. 5 uomini alla sbarra



In uno dei più grandi casi giudiziari di pedopornografia in Belgio, con più di undici milioni di foto e video di bambini piccoli, oltre ai 5 uomini di nazionalità belga coinvolti nel processo che si terrà nel tribunale di Dendermonde c’è anche un olandese, riporta NOS.

L’uomo in questione è il ventottenne Lars de R. e ha già scontato quattro anni in carcere per abusi sessuali su dieci bambini, in India, Croazia e Paesi Bassi. La sua vittima più giovane aveva all’epoca quattro anni. Durante il processo per gli abusi il Pubblico Ministero si appellò contro la sentenza per cui venne tenuta in conto l’infermità mentale.

De R. divenne famoso per aver partecipato a Holland’s Got Talent diversi anni fa, suonando e cantando. Lui stesso confessò,  ancora minorenne, di aver abusato di alcuni bambini mentre impartiva lezioni di chitarra

È stato possibile identificare i 5 indagati grazie alla cattura di uno di questi, Michael T., scoperto mentre fotografava di nascosto dei minorenni.  L’uomo era nel radar della polizia dal 2004. Nel 2015 venne arrestato per aver fotografato bambini mezzi nudi in una spiaggia, e successivamente emersero i materiali pedopornografici in suo possesso e i nomi degli altri quattro sospetti. Tutti avevano precedenti con la polizia per questioni simili.

664 serie di foto e video, molte di queste contenenti centinaia di file, sono le prove portate dai magistrati in tribunale. A causa di questa enorme quantità di materiale, la polizia belga ha dovuto chiedere l’intervento dell’Europol; un caso unico nel suo genere poiché spesso ci si trova di fronte a materiale già noto. Tra i dettagli più inquietanti e inusuali, il fatto che i 5 si conoscessero anche nella vita reale: era una sorta di organizzazione, quindi, che teneva incontri periodici.

Tra le vittime, migliaia di bambini olandesi, belgi, americani, tedeschi e portoghesi. Child Focus, organizzazione che lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini, è parte civile nel caso. Questo significa che potrebbe richiedere un risarcimento per conto delle migliaia di vittime che la polizia non ha ancora identificato.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!