Il numero di richiedenti asilo palestinesi in Belgio è aumentato drammaticamente quest’anno. Soprattutto i migranti dalla Striscia di Gaza, ottengono -nella quasi totalità dei casi- l’asilo

Nei primi tre mesi di quest’anno, scrive il quotidiano De Morgen, 386 palestinesi hanno presentato una richiesta di asilo; più del doppio rispetto al 2017.

In Belgio, la Palestina è al terzo posto nell’elenco dei paesi di origine dei richiedenti asilo dopo la Siria (802) e l’Afghanistan (413).

L’impennata è dovuta certamente al deterioramento delle condizioni di sicurezza negli ultimi mesi che spingono molti Palestinesi a lasciare la striscia di Gaza.

Secondo il direttore del Dipartimento Immigrazione (DVZ), Freddy Roosemont, “il tasso di riconoscimento per i rifugiati provenienti dalla Striscia di Gaza sarebbe di quasi il 100%”.

“Il percorso dal Nord Africa verso l’Italia è meno battuto ma vediamo sempre più migranti giungere in aereo da paesi del Medio Oriente, come l’Egitto, con documenti falsi”.

Il numero di richiedenti asilo provenienti dalla West Bank è significativamente inferiore. Dal momento che la situazione è più sicura, è molto meno probabile venga concesso l’asilo.