Con il Belgio in lockdown, i supermercati non possono vendere prodotti “non essenziali“. La regola serve a tutelare la concorrenza rispetto ai negozi sono stati obbligati a chiudere.

Nei supermercati è possibile acquistare solo cibo e limitarsi a “guardare” tutti gli altri prodotti. Questi includono elettrodomestici, mobili, capi d’abbigliamento, elettronica, gioielli, attrezzi sportivi e giocattoli.

Ma il paradosso è che una volta a casa il consumatore può ordinare i prodotti sul sito del supermercato e ritirare nel punto vendita. Così i due obiettivi di limitare l’affollamento e tutelare la concorrenza vengono meno.

Per molti genitori in questo periodo dell’anno i giocattoli sono essenziali, visto l’approssimarsi della ricorrenza di Sinterklaas. I negozi potranno riaprire solo il 13 dicembre, troppo tardi per il tradizionale scambio di doni.

Acquistare di persona non sarà permesso, ma tornare a casa e ordinare su internet sì. Per poi ritirare nel supermercato.