Il governo federale belga sta investendo in un progetto volto ad accelerare lo sviluppo di vaccini, hanno riferito i giornali belgi De Morgen, De Standaard e Le Soir.

Il governo ha destinato 20 milioni di euro alla creazione di una Unità per le Malattie Infettive, riunendo le l’expertise delle università di Anversa e di Bruxelles. Questo progetto mira a consentire al Belgio – e più in generale all’Europa – di combattere l’emergere di una prossima pandemia, sviluppando strumenti per accelerare notevolmente lo sviluppo di vaccini e test.

L’ elemento principale di questa Unità è la creazione, presso l’Università di Anversa, di un’infrastruttura per ospitare studi clinici sull’inoculazione umana (vaccinazione). “Gli studi sull’inoculazione accelerano lo sviluppo e la valutazione dei farmaci”, ha affermato Pierre Van Damme, direttore del Centro di valutazione dei vaccini dell’Università di Anversa.