The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Belgio, i casi aumentano ma il governo non prevede nuove misure

@31mag. Photo credit: Chiara Canale

Nonostante diversi esperti abbiano espresso preoccupazione per il rapido aumento dei nuovi casi di coronavirus in Belgio, il Consiglio di sicurezza nazionale non si riunirà prima del previsto per adeguare le misure attuali, scrive VRT.

Il prossimo Consiglio di sicurezza nazionale rimane all’ordine del giorno per la settimana del 21 settembre. L’approcio, ora, è cercare di applicare al meglio le misure in vigore, dando alle persone una prospettiva. Questo, in sostanza, era stata la richiesta del governo a Celeval, unità che assiste l’esecutivo nella decisione delle misure da adottare per combattere il virus.

Tuttavia, al momento, contenere il numero di infezioni rimane la priorità, ha detto a Radio 1 la virologa Erika Vlieghe, secondo la quale non è il momento giusto per allentare sul distanziamento sociale e sulle mascherine. “Ciò che è urgente ora è che il governo riconosca che le cifre sono in aumento, lo comunichi chiaramente e tutti lo prendano sul serio”, ha detto Vlieghe durante l’intervista alla radio. “Possiamo concordare sul fatto che alcune cose – le mascherine per il viso a scuola, per esempio – sono fastidiose, ma necessarie e temporanee”.

Secondo la virologa è fondamentale intervenire subito, prima che sia troppo tardi. La situazione in Belgio, nel complesso, è preoccupante: l’aumento dei casi è costante e giovedì a raggiunto un picco di 940, secondo l’Istituto di sanità federale Sciensano. Un numero simile non si registrava da aprile.