Per affrontare gli ingorghi nel tunnel Kennedy, il Vlaams Verkeerscentrum sta iniziando a testare la possibilità di deviare il traffico di automobilisti BMW, casa automobilistica che ha sottoscritto un accordo con l’ente che gestisce le autostrade fiamminghe, attraverso il tunnel Liefkenshoek qualora il traffico fosse troppo intenso.
L’ente  vuole indagare se è possibile distribuire meglio il traffico dello Scheldt attraverso i due tunnel. In media 160.000 veicoli attraversano il Kennedytunnel, scrive Het Laaste Nieuws, di conseguenza, possono arrivare fino ad undici le ore di ingorghi stradali in direzione dei Paesi Bassi.

Il tunnel Liefkenshoek è molto meno affollato con 40.000 veicoli che lo attraversano ogni giorno. Se il traffico dal primo tunnel attraversasse più spesso quel secondo tunnel, ciò risolverebbe il problema dell’ingorgo? L’ente vuole testare questa possibilità offrendo ai conducenti BMW un percorso alternativo attraverso il tunnel Liefkenshoek. Il loro attraversamento verrebbe identificato tramite il GPS.

Per chi fosse interessato al test, questo è il link per registrarsi.