Dries Van Langenhove, 27 anni, deputato della formazione fiamminga di estrema destra Vlaams Belang è stato sorpreso e multato ad un “lock-down party” a Gent. Stando al quotidiano fiammingo De Tijd, il partito non è rimasto piacevolmente sorpreso dalla notizia e si è limitato a dire alla stampa che van Langenhove ha “ammesso il suo errore e pagato la multa senza protestare”.

I fatti risalgono a giovedì scorso, scrive De Tijd: dopo la denuncia dei vicini che lamentavano una festa, la polizia è intervenuta e nel verbalizzare la presenza di 12 persone ha identificato anche Dries Van Langenhove.

Il più giovane membro del Parlamento, che è deputato indipendente del gruppo Vlaams Belang, non è stato in grado di giustificare la sua presenza. Ha pagato una multa di 250 euro. Il partito di estrema destra si è distanziato da Van Langenhove, sostenendo che il 27enne non è iscritto al partito ma ha ammesso un certo imbarazzo per la vicenda.