Come per le scuole primarie e secondarie, anche le università e i college in Belgio inizieranno il nuovo anno accademico con il “codice giallo”. Ma cosa significa?

L’epidemia da coronavirus ha portato a una chiusura anticipata delle scuole quest’anno, ma il gruppo di esperti sul deconfinamento (GEES) ha valutato i rischi e le misure per permettere un’apertura totale delle università e dei college agli studenti.

Per le università e i college, verranno impartite in presenza quante più lezioni possibili. Tuttavia, a differenza delle scuole primarie e secondarie, le lezioni universitarie inizieranno a fine settembre e tutto dipenderà dai dati del coronavirus.

“Si tratta di una buona notizia per la vita del nostro campus, per le università e per gli studenti,” ha dichiarato Luc Sels, rettore della KULeuven a VRT. “Avremo un alto tasso di occupazione delle nostre aule e saremo in grado di organizzare al meglio l’attività nel campus.”

In che modo le varie scuole seguiranno e metteranno in pratica le regole è ancora in fase di discussione. “Per ora, non siamo sulla stessa lunghezza d’onda: il massimo possibile in presenza, lezioni online se possibile e quando necessario,” ha spiegato Sels.

Negli auditorium delle università, potrà essere occupato un posto su due e gli studenti dovranno portare obbligatoriamente la mascherina. Senza mascherina, i posti occupati saranno uno ogni cinque. La stessa regola verrà applicata per le lezioni nelle aule più piccole. Per esercitazioni pratiche e laboratori, tutti i posti in aula potranno essere occupati purché si indossi la mascherina.

In pratica, è probabile che tutti gli studenti possano alternare lezioni online e in presenza.  

Per i college universitari la situazione è leggermente diversa. Non ci sono linee guida specifiche per le classi, sebbene sia chiaro che non tutti potranno partecipare alle lezioni in presenza nello stesso momento. La circolazione per il campus e dal campus dovrà essere ridotta almeno del 25%. Ciò permetterà agli studenti di non muoversi tutti insieme. Vi sarà di conseguenza una combinazione di lezioni in presenza e lezioni online a distanza.

Nel campus, gli studenti dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina se non può essere garantita una distanza minima di 1,5 m.

Come per le scuole primarie e secondarie, i governi locali potranno decidere di introdurre il codice arancione nei campus in caso di aumento dei contagi. In questo caso, verrà introdotto al massimo l’insegnamento a distanza.