The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

BE

Belgio, coprifuoco e misure restrittive ad Antwerp contro i nuovi casi Covid

Nuove misure restrittive e coprifuoco nell’’intero territorio della provincia di Antwerp per contenere l’aumento costante dei nuovi casi di coronavirus. È questa la decisione adottata dal Consiglio nazionale di sicurezza lunedì e riportata da Le Soir. Le nuove regole rimarranno in vigore per le prossime quattro settimane e coincidono con la tendenza al rafforzamento delle misure per contrastare il coronavirus in tutto il Belgio.

Coprifuoco e mascherina obbligatoria in tutta la provincia

Ad un passo dall’imporre un nuovo lockdown totale, le autorità hanno deciso che tutti i residenti della provincia dovranno rimanere a casa tra le 23:30 e le 6:00. Saranno consentiti soltanto gli spostamenti strettamente necessari, come recarsi in ospedale o al lavoro. Tutti i ristoranti, i bar, le caffetterie e le altre attività dovranno chiudere alle 23:00 e applicare in modo più rigoroso le misure di distanziamento sociale tra i clienti, ossia 1,5 metri.

La governatrice della provincia, Cathy Berx, ha inoltre imposto l’utilizzo della mascherina obbligatoria in tutti i luoghi pubblici e per tutti i residenti dall’età di 12 anni.

Le altre misure adottate dal Consiglio 

Il Consiglio di sicurezza nazionale lunedì ha votato per la riduzione del numero dei contatti sociali ad un massimo di 5 persone fisse per nucleo familiare, un terzo in meno rispetto alle 15 settimanali consentite finora. Tra le altre misure adottate, smartworking nuovamente obbligatorio nell’intera provincia per tutti i lavori che lo permettono e misure più rigide per lo shopping – da soli, per un massimo di 30 minuti all’interno dei negozi, ad eccezione delle persone che richiedono assistenza. Sono inoltre stati vietati gli sport di contatto individuali e di squadra per tutte le persone a partire dai 18 anni.

Vietati la vendita di alcol dalle 22:00 alle 7:00 e la condivisione di drink e narghilè nei locali. Tutti i centri sportivi nella città e in decine di comuni limitrofi dovranno richiudere e tutti gli eventi pubblici sono proibiti.

Mentre il numero di nuovi casi continua a crescere in tutto il Belgio, la città di Antwerp è emersa come un focolaio per quello che gli esperti ritengono possa essere una seconda ondata della pandemia di coronavirus. Il solo distretto di Antwerp conta circa il 55% delle nuove infezioni registrate negli ultimi giorni in Belgio.

Dopo la lunga riunione, la governatrice Cathy Berx ha lanciato un appello ai residenti nell’area affinché seguano alla lettera le nuove regole. Ha inoltre invitato i non residenti a non recarsi nella provincia di Antwerp. “Per la vostra salute e quella dei vostri cari, non venite ad Antwerp e non lasciate la provincia per andare a festeggiare da altre parti”, ha dichiarato.