In Belgio, a partire dall’11 maggio, la polizia locale non deve più effettuare i controlli sulle misure Covid-19 separatamente dai normali controlli di routine. Lo ha annunciato l Nico Paelinck, dall’Ufficio di Presidenza della polizia locale.

Secondo Paelinck, durante la prima fase vi sono stati parecchi malintesi riguardanti le misure in atto e, la mancanza di mascherine per gli agenti, ha reso più difficile effettuare i controlli. Non è stato dato un segnale sufficientemente chiaro ai cittadini.

Da adesso in poi, ad esempio, nel caso di un controllo effettuato per la campagna BOB (cioè la promozione della pratica del “guidatore designato”), la polizia verificherà anche che tutte le persone presenti in auto abbiano un motivo valido per trovarvisi. 

La polizia, inoltre,  assicurerà il rispetto del divieto di assembramenti e l’obbligo di mascherina nei trasporti pubblici. “Ci impegneremo anche ad aiutare i comuni a riaprire i negozi, in modo che tutto vada per il meglio”, conclude Paelinck.