BE

BE

Belgio, centrali nucleari ad Anversa e Huy rimarranno aperte per altri dieci anni

Trougnouf, CC BY 4.0, via Wikimedia Commons

Il Belgio ha deciso di tenere aperte due centrali nucleari, ad Anversa e Huy, dieci anni in più del previsto: dopo mesi di trattative, il governo federale belga e la società energetica francese Engie hanno raggiunto un accordo sulle centrali di Doel 4 e Tihange 3.

È stato concordato che Engie preparerà entrambe le centrali elettriche per una vita più lunga entro l’inverno del 2026, nonostante l’esecutivo belga avesse deciso di chiudere tutte e sette le centrali nucleari entro il 2025, dice NOS. Tale decisione, tuttavia, dopo lo scoppio del conflitto in Ucraina è stata rivista: pare ormai certo che due delle sette centrali nucleari belghe rimarranno aperte almeno fino al 2035.

La trattativa è stata lunga perché Engie voleva, tra l’altro, uno sconto sui costi di smaltimento delle scorie radioattive. Il governo belga ed Engie alla fine investiranno entrambi il 50% in una società che gestirà l’ampliamento; questo significa che il Belgio parteciperà agli utili ma dovrà anche pagare eventuali costi aggiuntivi. .

Le centrali nucleari di Doel si trovano oltre il confine belga-olandese, nel porto di Anversa. La Doel 4 è inaugurata nel 1985. Doel 3 è stato disconnesso dalla rete elettrica nel settembre dello scorso anno ed è stata la prima centrale nucleare belga a chiudere definitivamente, ai sensi di una legge del 2003.

A Huy, nella provincia di Liegi, sulle rive della Mosa si trovano le tre centrali nucleari di Tihange, dice NOS: Tihange 1 è stato aperto nel 1975, Tihange 2 nel 1983 e Tihange 3 nel 1985.

SHARE

Altri articoli