Sembra che ci sia una carenza di vaccino anti-influenzale per proteggere chi si trova nei gruppi “a rischio”, riporta VRT news.  Le persone considerate a rischio sono gli over 65, i malati cronici, le donne incinte e i lavoratori sanitari. La Piattaforma Fiamminga dei Pazienti, ha chiesto a tutti coloro che hanno rifornimenti di vaccino anti-influenzale senza essere in un gruppo a rischio, di portare indietro la propria dose.

Ilse Weeghmans, direttrice della piattaforma, ha detto al portale: “Abbiamo ricevuto un numero altissimo di richieste da persone preoccupate. Avere una malattia cronica e prendersi l’influenza, può significare morte. Se sei sano e ti ammali con l’influenza stagionale, rischi di stare a letto una settimana. Per favore, mostrate solidarietà con chi ne ha davvero bisogno”.

Per poi aggiungere “Quello che mi fa arrabbiare è che i farmacisti hanno pianificato con cura la distribuzione dei vaccini ai gruppi a rischio. Poi, quei vaccini sono finiti nel business della sanità, e sono stati venduti a compagnie come VRT (il broadcaster Fiammingo di Flandernews) e all’Università di Leuven”.

Lieven Zwaenpoel, dell’Unione dei Farmacisti, è meno preoccupata visto che nuove scorte stanno arrivando in Belgio, “La buona notizia è che l’epidemia di influenza stagionale che ci si aspetta per Febbraio, sarà meno forte come risultato delle misure anti-corona”.