I 150 deputati della Kamer, il parlamento federale belga, hanno giurato giovedì. In molti temevano per possibili tensioni dovute all’insediamento dei deputati del partito di estrema destra Vlaams Belang che ha moltiplicato i suoi seggi ed è attualmente la seconda formazione del paese.

L’insediamento si è svolto senza particolari problemi.

Da notare che la Costituzione belga prevede, per ogni deputato, di recitare una formula nella lingua della comunità di appartenenza (olandese, francese o tedesco)

Se i deputati del Vlaams Belang hanno tutti recitato la formula solo in olandese, gli appartenenti ad altri gruppi si sono sforzati di leggere anche in francese e tedesco, le altre due lingue ufficiali in Belgio. Ma non essendo tutti madrelingua, o avendo spesso scarsa conoscenza degli altri idiomi del paese, il risultato non è stato sempre impeccabile.