Da settimana prossima, 40 “ispettori” in borghese del ministro della salute federale saranno di guardia, per controllare che tutti rispettino le nuove misure contro il coronavirus.

Gli ispettori lavoreranno a contatto con la polizia locale, e ispezioneranno i comportamenti in bar, negozi e uffici. Lavoreranno in borghese e senza avvisare eventuali proprietari di parrucchieri, negozi, estetiste, bar e così via; riporta RLT info.

Secondo Paul Van den Meerssche, presidente del ministero per il servizio di controllo di tabacco e alcol, “L’intenzione è quella di controllare tutti i luoghi che potrebbero diventare focolai di Coronavirus”

Solitamente, questo servizio di controllo si applica solamente alla vendita di alcolici, tabacco e sigarette elettroniche.

“Siamo felici di aiutare nel controllo della diffusione del virus,” ha detto Van den Meerssche.

Gli ispettori non sono solamente dei burocrati, hanno lo stesso potere dei poliziotti. Van Der Meerssche ha annunciato che potranno addirittura dare multe e segnalare i negozi alle autorità competenti per maggiori controlli.

L’unica differenza con i poliziotti: non potranno ritirare il pagamento della multa.

Le multe in questione saranno di 750 euro per ogni imprenditore che non rispetta le regole (sui tempi di apertura, mascherine, numero di clienti etc..) e 250 euro per ogni membro dello staff o dei clienti che si adeguano alle nuove misure.

Nel frattempo, gli ispettori del ministro delle finanze, con molta esperienza nei controlli di negozi, hanno detto che 9 su 10 businesses stanno seguendo le regole anti-corona correttamente.

Dall’1 Novembre al 31 Dicembre, il Belgio sarà in lockdown. Lo ha annunciato il primo ministro De Croo, insieme a una serie di nuove misure.