Veto, il giornale degli studenti dell’Università di Lovanio, ha pubblicato un’inchiesta sul mercato immobiliare della città che evidenzia quanto preoccupante sia il fenomeno della discriminazione nei confronti degli studenti stranieri.

I praticanti-giornalisti hanno svolto questo esperimento: hanno chiamato lo stesso locatore presentandosi prima con un tipico nome non occidentalee come “Ahmed” e poi con un nome comunemente belga come “Willem-Jan”.

Il risultato ha evidenziato come le persone fossero più inclini ad affittare casa ad un connazionale ‘mainstream’: 11 appuntamenti per Willem-Jan contro i 4 di Ahmed. Gli stessi soggetti sono poi stati chiamati nuovamente per ottenere spiegazioni e, se ciò non bastasse, Daan Delespaul di Veto ha fatto sapere a VRT Radio 2 che una categoria particolarmente discriminata dai proprietari di casa è quella cinese (causa coronavirus), ma “questa indagine risale a prima della pandemia” come lui stesso ha chiarito.