source pic:Pixabay

 

Su proposta di Bernard Clerfayt, il governo di Bruxelles ha accettato di concedere un bonus di 3.000 euro alle società intenzionate a formare i tirocinanti.

Negli ultimi anni, la formazione lavorativa è stata un successo, ma anche se è chiaro che sempre più giovani e meno giovani optano per questo tipo di formazione, ad oggi ancora molti faticano a trovare un’azienda disposta a formarli.

In un comunicato stampa della Regione di Bruxelles si ricorda come nel 2018, il governo della capitale avesse già adottato una riforma per potenziare la formazione in alternanza, introducendo un bonus per le imprese formatrici di giovani sotto i 25 anni.

2.280 persone ricercano un posto da tirocininante

Per l’anno accademico 2020-2021, 2.280 persone iscritte alla formazione in alternanza nella capitale belga, cercano un posto di stage. Il governo della Regione di Bruxelles vuole aumentare il bonus tutor per l’anno accademico corrente: in concreto, l’importo passerà da 1.750 a 3.000 euro e verrà eliminato il requisito dell’età.

“Sono convinto che la formazione in alternanza possa contribuire ad accelerare la ripresa socio-economica della nostra Regione, in quanto permette di formare persone con le competenze attese dai datori di lavoro. Purtroppo, ancora troppo pochi imprenditori sono disponibili a formare apprendisti all’interno delle loro aziende. Grazie a questo bonus di 3.000 euro e all’alleggerimento delle condizioni per la sua concessione, spero che al di là delle belle dichiarazioni, vedremo una mobilitazione massiccia del mondo economico per la formazione in alternanza”, ha dichiarato Bernard Clerfayt, Ministro dell’Occupazione e della Formazione Professionale di Bruxelles.

Un budget di 6.450.000 euro è stato stanziato per questa misura, di cui potrebbero beneficiare più di 2.000 imprese.