The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Avvocatura Corte Suprema: rimpatrio dei bambini in Siria questione politica. Lo Stato dica no

I Paesi Bassi non devono rimpatriare le 23 donne dell’Isis insieme ai loro 56 bambini, rinchiusi nei campi al nord della Siria, così ha suggerito l’Avvocato Generale della Corte suprema Lodewijk Valk. Secondo Valk, i giudici della Corte di appello dell’Aia avevano ragione nell’affermare che la decisione di rimpatriare i minori è una questione politica piuttosto che di diritti umani.

Tuttavia, ciò non significa che lo Stato non dovrebbe agire, ha detto Valk. “In particolare, c’è molto da dire sul rimpatrio dei bambini. Le scelte sbagliate fatte dai loro genitori non dovrebbero essere usate contro di loro”. Secondo Valk, infatti, ogni caso va esaminato individualmente. In alcuni casi, la donna potrebbe essere stata giovane e non avere avuto la possibilità di scegliere se unirsi al califfato.

Se la questione avesse riguardato solo i minori, ci sarebbero state più probabilità di successo, ha detto Valk. Ma gli avvocati delle donne hanno optato per un ricorso collettivo perché i combattenti curdi hanno precisato che avrebbero rilasciato i bambini solo con le loro madri. La Corte suprema si pronuncerà prima dell’estate. Il governo ha dichiarato che non si impegnerà a rimpatriare i cittadini olandesi perché il viaggio sarebbe troppo pericoloso per i dipendenti pubblici. La questione ha diviso il gabinetto e sia il VVD che il CDA si oppongono al ritorno dei bambini, molti dei quali di età inferiore ai 6 anni.

Author: James Gordon  Source: Wikimedia  License: CC 4.0