In due allevamenti di Bentelo, nell’Overijssel, 189.000 polli sono stati abbattuti a causa di un’epidemia di influenza aviaria, dice NOS. Il virus è stato diagnosticato ieri e la ricerca ha dimostrato che si tratta di una variante pericolosa e altamente contagiosa dell’influenza aviaria.

Per evitare che il virus si diffonda ulteriormente, le circa 120.000 galline ovaiole dell’allevamento sono state abbattute. Accanto all’azienda c’è un’altra azienda dello stesso proprietario, dove lavorano  gli stessi guardiani: per precauzione vengono uccisi anche i 69.000 polli che vi sono tenuti, dice l’Autoritá per la sicurezza alimentare NVWA.

Nel raggio di un chilometro intorno all’allevamento infetto sono altre tre le aziende ma i loro animali non verranno abbattuti. Più lontano, in un raggio di tre chilometri, sono altri quattro gli allevamenti avicoli attualmente campionati per l’influenza aviaria.

L’intera Europa è alle prese con la peggiore epidemia di influenza aviaria di sempre. Per questo motivo, dalla fine di ottobre, nei Paesi Bassi è in vigore un obbligo nazionale di confinamento, conclude NOS.