The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Autovelox all’auto del criminale ma a guidare è l’agente che lo ha arrestato: per il giudice è tutto regolare



Guidare la stessa auto che 22 minuti prima la polizia ha sequestrato già è difficile ma guidarla mentre si è in manette è davvero un’impresa da record. Eppure, per la giustizia olandese, circostanze simili in combinazione sono possibili, a giudicare dalla vicenda di R., arrestato il 9 aprile a L’Aia da un nucleo speciale della polizia dopo un pedinamento perchè sospettato di trafficodi armi.

Caricato su una volante è stato portato via, racconta il Parool, mentre un ufficiale ha quindi guidato la sua auto fino al deposito giudiziario. Schiacciando l’acceleratore con poca delicatezza, evidentemente, se qualche tempo dopo, ad R., è arrivata una multa per eccesso di velocità.

Al danno, la beffa: l’operazione di polizia non ha dato l’esito sperato e R. è tornato in libertà senza indagini a suo carico ma dato che la macchina che guidava al momento dell’arresto è registrata a nome del figlio, per la giustizia olandese è plausibile che alla guida del mezzo ci fosse lui e non un agente in borghese. 

Una vicenda kafkiana senza lieto fine: l’appello presentato contro la pesante multa di 500 euro è stato respinto perchè l’uomo non avrebbe portato prove a sufficienza che mostrerebbero come fosse stato l’agente, e non lui, alla guida del veicolo. E la polizia si sarebbe guardata bene dal presentare il verbale che avrebbe scagionato l’uomo: d’altronde, è un’impresa lanciarsi in una folle corsa in auto a tutta velocità e sedere ammanettato sul retro di una volante allo stesso tempo.

A commentare la vicenda al giornale di Amstedam è intervenuto anche l’avvocato dell’uomo secono il quale : “La polizia e la magistratura non vogliono scusarsi per l’arresto ingiusto ma stanno cercando di ottenere il pagamento da parte del mio cliente per questa penalità priva di fondamento”.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!