L’Autorità per l’aviazione civile italiana (Enac) ha minacciato mercoledì di sospendere la licenza di volo a Ryanair in Italia a causa del mancato rispetto delle norme di sicurezza relative al coronavirus, si legge sul sito di Enac.

Enac aveva scritto a Ryanair e “allo stesso tempo ha informato l’autorità irlandese competente delle ripetute violazioni delle norme sanitarie anti-Covid-19 attualmente in vigore e imposte dal governo italiano per proteggere la salute dei passeggeri”, ha detto l’autorità. 

“Non viene solo rispettato l’obbligo di distanza tra passeggeri, ma vengono ignorate anche le condizioni per la deroga da tale distanza”, ha affermato l’Enac. “L’ENAC ha, pertanto, informato il vettore che, nell’interesse della salute pubblica, qualora dovessero perdurare da parte di Ryanair le violazioni delle norme e i comportamenti scorretti e irrispettosi delle misure sanitarie vigenti in Italia, l’Ente disporrà nei confronti della compagnia aerea un provvedimento di esclusione della possibilità di derogare all’obbligo del distanziamento, con la conseguenza che il riempimento dell’aeromobile sarebbe consentito solo fino al 50% della capacità.”