Entro il 2030, ci saranno abbastanza auto elettriche a prezzi accessibili nei Paesi Bassi per raggiungere gli obiettivi fissati nell’accordo climatico. Questo secondo uno studio del consulente finanziario PwC. Il governo sta anche lavorando per migliorare l’accesso alla ricarica delle auto e fornire abbastanza energia verde per caricare le batterie.

Una parte dell’accordo sul clima prevede che solo auto con un motore elettrico saranno vendute nei Paesi Bassi a partire dal 2030. Secondo i ricercatori, non c’è nulla che ostacoli il raggiungimento di questo obiettivo.

Entro la fine del decennio, la PwC prevede che 1,9 milioni di auto elettriche circoleranno sulle strade olandesi, il che significa che una su cinque sarà alimentata elettricamente.

Attualmente, le auto elettriche sono ancora troppo costose per molti consumatori. Tuttavia, il prezzo medio di un’auto elettrica con un’autonomia di 300 km scenderà sotto il prezzo di un’auto a combustibile fossile entro il 2024, stima PwC. “Le case automobilistiche sono pienamente impegnate a produrre auto elettriche a causa dei severi standard sull’emissioni di CO2 nell’Unione europea e delle enormi multe che vengono con la violazione di questi standard”.

Alla fine dell’anno scorso, c’erano 230 mila punti di ricarica nei Paesi Bassi. Se il numero di auto elettriche dovesse aumentare ai livelli previsti, sono necessari 1,5 milioni di punti di ricarica in più.

Secondo PwC, ciò richiede l’installazione di 644 nuovi punti di ricarica per giorno lavorativo nei prossimi nove anni. PwC crede che questo sia fattibile con il supporto del governo. È importante che il nuovo governo risponda agli sviluppi che migliorano le scelte di trasporto sostenibile, ha detto PwC. Questo include aggiungere la guida elettrica nella legislazione, preferibilmente anche all’interno dell’Unione Europea.