CoverPic@Wikipedia

Il pubblico ministero ha reso noto che i funzionari del ministero della giustizia hanno confiscato, tra denaro contante e beni di lusso, 262 milioni di euro nel 2019. Un considerevole aumento se si pensa ai 90 milioni del 2018.

La maggior parte, come negli anni passati, proviene da procedure stragiudiziali: 183 milioni derivano dalla compagnia di telecomunicazioni Telia, coinvolta in un caso di corruzione.

Il totale recuperato è in realtà superiore. “Centinaia di milioni di euro sono stati destinati all’ufficio delle imposte o come risarcimento alle vittime di crimini” spiega la portavoce Janneke de Smet-Dierckx. ” Queste somme non sono incluse nei 262 milioni”

Tra i vari beni di lusso sequestrati vi sono auto, barche, case e anche borse firmate.