A causa dell’alto numero di contagi tra gli studenti delle scuole primarie, sempre più scuole chiudono temporaneamente battenti. I contagi non hanno un impatto serio sui bambini ma un focolaio provoca molti disordini nelle scuole, affermano un direttore della scuola elementare, un dipendente e i genitori a NOS. Anche perché i bambini possono contagiare anche gli adulti.

La scuola elementare De Laak a Wamel, vicino a Tiel è passata, da uno studente positivo, lunedì   alla chiusura preventiva mercoledì, dice la dirigente scolastica a NOS.

Secondo l’Associazione Generale dei Dirigenti Scolastici NL, 120 scuole primarie sono state chiuse per una settimana o più nelle ultime tre settimane. E la metà delle scuole primarie ha recentemente mandato a casa una o più classi.

La scuola è chiusa da diversi giorni, così come un’altra scuola elementare della zona. Una decisione sgradevole, dice Müskens, “ma era l’unica scelta che potevamo fare al momento”.

Secondo il sindacato dell’istruzione AOb, il 21% del personale di scuola primaria ha avuto il Covid negli ultimi diciotto mesi.

Naturalmente, la maggior parte dei genitori preferisce vedere i propri figli a scuola, ma le preoccupazioni degli insegnanti e del personale sono comprensibili, afferma Marjet Winsemius della fondazione Voor Werkende Ouders a NOS: “Tutti stanno facendo del loro meglio e chiudere è l’ultima cosa che vogliono”.

Su richiesta del ministro uscente De Jonge, il Consiglio della sanità sta attualmente valutando se anche i bambini vulnerabili di età inferiore ai 12 anni debbano ricevere un vaccino Covid anche se RIVM è scettica al riguardo: i bambini contagiano altri bambini e gli adulti non vaccinati.