CoverPic: public domain 

L’Astoria, l'”hotel fantasma” di Bruxelles, verrà finalmente ristrutturato: i lavori inizieranno quasi 15 anni dopo la chiusura dell’albergo, costruito nel 1909 per l’Esposizione mondiale di Bruxelles del 1910, su richiesta del re Leopoldo II al posto del vecchio Mengelle Hotel.

L’Hotel Astoria era una volta l’indirizzo di punta della città, accogliendo ospiti come Winston Churchill, Salvador Dalí e Andy Warhol.

La ristrutturazione, che ha ricevuto un finanziamento di 2,7 milioni di euro dal governo regionale, includerà il rinnovo e la modernizzazione di 121 camere e suite, e l’aggiunta di due piani extra alla struttura originale dell’edificio.

Gran parte dell’hotel, tra cui la facciata, la Royal Suite al primo piano e molte delle decorazioni interne sono beni conservati.

“Quando parliamo di un patrimonio per gli abitanti della città ci riferiamo anche all’identità di Bruxelles, alle cose che fanno parte dell’essere un ‘Bruxellois‘. Per molto tempo, abbiamo dato l’edificio per scontato sotto questo aspetto”, ha dichiarato il segretario di Stato del patrimonio e dell’urbanistica, Pascal Smet.

Ha aggiunto che, una volta terminati i lavori di ristrutturazione, l’hotel sarà “restituito agli abitanti della città in tutto il suo splendore”. Il progetto sarà guidato dal rinomato architetto belga Francis Metzger ed è realizzato in collaborazione con le imprese di costruzione Jansen e Herpain.

“Ci sono modifiche e alterazioni necessarie da fare, ma è importante non cambiare l’identità dell’hotel”, ha dichiarato Metzger.