C’è sempre meno attenzione alle vittime del traffico di esser umani. Specialmente per quanto riguarda bambini che sono sfruttati sessualmente. Questi sono i risultati del nuovo report del Relatore Nazionale sul Traffico di Esseri Umani. Questa situazione mette la protezione delle vittime a rischio,  il coordinatore Herman Bolhaar dichiara. L’uomo incolpa in parte la nuova legislazione sulla privacy di questa riduzione.

Il numero delle vittime della tratta di esseri umani si è quasi dimezzata negli ultimi anni. Nel 2014, il centro di coordinamento contro la tratta di essere umani CoMensha ha ricevuto 1,255 segnalazioni. Lo scorso anno erano 688.

Secondo Bolhaar, la riduzione di rapporti è dovuta alla nuova legislazione sulla privacy che è stata implementata lo scorso anno. Le associazioni hanno dichiarato che non possono più permettersi di denunciare una situazione sospetta senza il permesso della vittima. “Quali sono i vantaggi delle leggi sulla privacy, se si cade preda di un trafficante di esseri umani?,” Bolhaar domanda. “Allora, in primo luogo vuoi essere protetto. Ed è per questo che dobbiamo sapere chi sei”

Meno denunce significa un’azione meno efficace per questo reato. Specialmente le vittime di sfruttamento sessuale passano inosservate, il Relatore dichiara. Bolhaar stima che ogni anno circa 3 mila persone sono costrette a prostituirsi in Olanda, inclusi 1,300 minorenni. Lo scorso anno ci sono state solo 132 le denunce, di cui 29 riguardavano minori.

Istituti di assistenza ai giovani e i coordinatori si trovano un muro davanti, Ina Hut del CoMensha afferma. “Mentre sono estremamente importanti nell’identificare la tratta di essere umani.” I servizi investigativi sono obbligati dalla legge a denunciare il traffico di esseri umani al CoMensha. Tuttavia, l’obbligo non si applica a organizzazioni , comuni, scuole e istituti di assistenza giovanile.

Un numero di istitutizioni che aiutano le vittime hanno dichiarato di essere più cauti a denunciare, per via della nuova legge sulla privacy. Fairwok ha presentato circa 125 segnalazioni sulla tratta di esseri umani all’anno. Lo scorso anno l’organizazzione ne ha presentati solamente 5. L’organizzazione di aiuto Fier segue lo stesso andamento. “Ora dobbiamo richiedere una richiesta esplicita per ogni trattamento dei dati”, Rob Kelde, il coordinatore di assistenza per la tratta di esseri umani in Friesland ha dichiarato. “Stimo che solamente una vittima su cinque dia il via libera. Non vedono i vantaggi immediatamente.”