L’associazione di viaggiatori Rover chiede che il manager delle ferrovie ProRail e la compagnia ferroviaria NS facciano di più per assicurarsi che i clienti incorrano in meno disagi possibile durante i lavori ferroviari e in caso di guasti. L’associazione ha formulato una serie di raccomandazioni su come raggiungere questo obiettivo, tra cui il miglioramento delle informazioni date ai viaggiatori, il risarcimento per gli inconvenienti e l’uso di treni più lunghi.

Rover ha fornito questi suggerimenti dopo aver analizzato i reclami ricevuti dai viaggiatori durante i lavori ferroviari su larga scala intorno a Leida avvenuti ad aprile. Secondo l’associazione, i viaggiatori si sono regolarmente lamentati della mancanza di informazioni. “Le informazioni di viaggio non riguardano solo percorsi alternativi, ma anche la spiegazione del lavoro”, ha dichiarato il direttore della Rover, Freek Bos.

L’associazione  ritiene che ProRail e NS dovrebbero utilizzare treni più lunghi su rotte in cui sono in funzione meno convogli a causa di lavori ferroviari. Rover ritiene inoltre che i viaggiatori debbano essere risarciti per gravi inconvenienti – “con più di una tazza di caffè”. E che ProRail e NS dovrebbero assicurarsi che i viaggiatori siano informati in anticipo dei lavori ferroviari in arrivo, non solo online, ma anche con volantini e comunicazioni radiofoniche e televisive.

NS ha detto al Telegraaf che l’inconveniente per i viaggiatori è “a volte troppo serio”. La compagnia ferroviaria ha dato la colpa a ProRail e al governo, per aver pianificato troppi lavori ferroviari durante il giorno. ProRail ha dichiarato al giornale che “farà il possibile” per fornire informazioni ai viaggiatori.

Questo mese, i lavori ferroviari si svolgono intorno a Naarden-Bussum e Weesp, e di nuovo a Leida a partire dal 15 agosto, secondo Rover.