L’associazione di categoria Koninklijke Horeca Nederland (KHN) ha sviluppato una propria tabella di marcia in alternativa a quella del governo, scrive NOS. Il settore dell’ospitalità vuole più opportunità per riaprire e spera di ottenere questo risultato in questo modo.

Ai livelli di rischio più bassi, la road-map elaborata da bar e ristoranti offre orari di apertura più lunghi e la vendita di alcolici nel settore della ristorazione deve essere possibile se ciò è vietato in altri luoghi. Anche club e centri congressi devono poter riaprire. KHN vuole regole separate per i punti vendita di cibo e bevande, affitto di spazi, terrazze all’aperto, club e vita notturna.

“La scorsa settimana, il ministro De Jonge ha presentato una roadmap che mostra quale allentamento seguirà quando ci saranno meno contagi. Secondo KHN questo è un piano del tutto inaccettabile, che non è efficace per il settore dell’horeca”, scrive l’associazione di categoria sul sito.

La petizione, firmata 86mila volte, verrà inviata alla Kamer. Qui il link alla petizione.