The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

WONING

Associazione degli agenti immobiliari: la pressione immobiliare ha bloccato il mercato. Vendite in calo, per carenza di offerta

A fine 2016 erano appena 1400 gli appartamenti disponibili. I tempi di vendita: 26 giorni.

I prezzi delle case in Amsterdam sono aumentati fino al 23%, lo scorso anno, come dice un rapporto dell’associazione olandese di agenti immobiliari NVM. L’incremento riguarda, però, solo Amsterdam: la media nazionale, infatti, sarebbe “appena” del 9%. A riportare questi dati è il quotidiano Parool.

Un alloggio medio nei Paesi Bassi, costa ora circa il 20 per cento in più rispetto al picco a ribasso, nel periodo più nero della crisi finanziaria ovvero il terzo trimestre del 2013. Il valore medio delle case di Amsterdam, rispetto ad allora, si è già più che raddoppiato.

Eppure, nonostante la grande domanda di alloggi nella capitale, il numero di case vendute in città è sceso lo scorso anno di quasi il 17 per cento. Secondo NVM è semplicemente perché ci sono meno case a disposizione: nel secondo quadrimestre del 2016, dice ancora l’agenzia, erano presenti sul mercato  appena 1400 immobili. E se nel 2015, una buona percentuale era offerta a meno di 150mila euro, adesso è praticamente imossibile trovarne sotto  quella cifra.

Case “a buon mercato” quindi non sono più disponibili; il che significa che gli acquirenti del primo alloggio, i cosidetti “starters” hanno poche chance di farcela. Secondo il rapporto, nel 2016 ci voleva meno di un mese a vendere un immobile. Prezzo medio? 323mila euro.