The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Associazione consumatori contro il governo: intervenite, Ryanair rifiuta risarcimenti

L’associazione olandese di consumatori, Consumentenbond, ha formalmente protestato contro la decisione del governo di non multare Ryanair per aver rifiutato di pagare un risarcimento ai passeggeri per ritardi.

La settimana scorsa gli ispettori del ministero dei trasporti hanno dichiarato che spetta ai tribunali civili decidere se la compagnia aerea debba risarcire o meno i passeggeri per i ritardi durante gli scioperi dell’anno scorso.

Ryanair ha rifiutato di pagare risarcimenti ai passeggeri, sostenendo che lo sciopero era al di fuori del suo controllo. Diverse migliaia di passeggeri hanno presentato domanda per un risarcimento e circa 100.000 sarebbero coloro che hanno dovuto affrontare ritardi e voli cancellati, secondo le stime dell’Associazione dei consumatori.

Un portavoce dell’ispettorato del ministero dei trasporti ILT ha riferito al sito di notizie Nu.nl che l’agenzia aveva imposto multe alle compagnie aeree in passato, ma ora spetta ai tribunali decidere cosa dovrebbe succedere dopo. Consumentenbond afferma che l’agenzia sta mettendo la testa nella sabbia. “L’authority è legalmente obbligata a verificare se le azioni di Ryanair sono contro la legislazione europea e qualora lo fossero è compito loro imporre sanzioni”, ha dichiarato la direttrice Sandra Molenaar.

I tribunali civili, ha detto, possono decidere solo per casi singoli e non possono essere ritenuti responsabili se la compagnia non ha effettuato i pagamenti, ha detto.

Ai sensi delle normativa UE, i passeggeri hanno diritto al risarcimento in caso di ritardo di un volo per più di tre ore o quando questo viene cancellato meno di 14 giorni prima.