Il governo investirà un totale di 920 milioni di euro in più per l’assistenza ai giovani nei prossimi quattro anni, secondo quanto riferito da AD.

Quest’anno i comuni olandesi riceveranno altri 350 milioni di euro per l’assistenza ai giovani, seguiti da 190 milioni di euro all’anno nei prossimi tre anni. Dal 2015 la responsabilità dell’assistenza giovanile è passata ai comuni e da allora il budget riservato agli interventi ha subito numerosi tagli, con una riduzione di circa 450 milioni di euro sul budget, secondo AD.

Stando a quanto riportato da Volkskrant la scorsa settimana, sono previsti ingenti tagli in diverse aree del settore pubblico. I primi istituiti a essere colpiti potrebbero essere le biblioteche o, in generale, istituti di cultura, ma non si esclude la manutenzione delle strade. Secondo il quotidiano, i comuni potrebbero subire tagli per circa 600 milioni di euro.

Nel frattempo, la domanda di assistenza ai giovani continua a crescere, definendo una necessità sempre più urgente di trovare una soluzione efficace. L’anno scorso si è registrato un aumento del 13% rispetto al 2015, con un totale di 428 mila bambini e giovani di età inferiore ai 23 anni che avrebbero necessitato di un intervento dello Stato.

Secondo i ministri Hugo de Jonge e Wopke Hoekstraquesto denaro extra dovrebbe essere sufficiente per coprire i costi e per eliminare gli arretrati.