NL

NL

Assicurazioni sanitarie furiose: siti di comparazione fanno affari d’oro

Gli assicuratori sanitari sono preoccupati per il numero crescente di olandesi che sottoscrive l’assicurazione sanitaria tramite un sito di comparazione, come Independer, Zorgkiezer o Pricewise. Questi siti, che offrono una comparazione tra le compagnie e consentono ai clienti finali di comprare direttamente da loro una polizza, prendono delle commissioni.

Anzi, offrono sconti e vantaggi ai potenziali clienti, per convincerli a sottoscrivere un’assicurazione sul loro portale. Per ogni polizza venduta, i siti di comparazione guadagnano una commissione.

Secondo le compagnie, tuttavia, questa prarica aumenta i costi che i clienti finali si trovano nella fattura.

“Riceviamo un compenso per i servizi che forniamo, come la creazione di una panoramica, la consulenza online e l’organizzazione della cancellazione della vecchia assicurazione sanitaria”, afferma Mirjam Prins di Independer a NOS. “Il rimborso varia a seconda dell’assicuratore e dipende dalla durata, dall’assicurazione sanitaria scelta, dalla copertura aggiuntiva e da molti altri fattori.”

I siti di confronto hanno istituito un marchio di qualità nel 2015, in cui promettono, tra l’altro, che le compagnie non influenzano la classifica.

Tre siti sono affiliati a questo marchio di qualità: Independer, Zorgkiezer e Geld.nl. Pricewise, uno degli altri principali siti Web, non partecipa più.

Independer sottolinea che forniscono anche informazioni gratuite, perché molte persone controllano i comparatori senza alla fine cambiare polizza.

Gli assicuratori sanitari non vogliono dire quanto pagano ai siti di comparazione, perché si tratta di informazioni sensibili alla concorrenza dice NOS: sappiamo che più di 1 milione di persone cambia ogni anno compagnia,  più di un terzo delle quali lo scorso anno è passato tramite questi siti.

Alcuni anni fa gli assicuratori avevano concordato di limitare l’offerta di regali ma molti intermediari promettono ancora alle persone un regalo, come uno spazzolino elettrico gratuito, un abbonamento alla palestra o altro, se stipulano un’assicurazione con loro che pagano dalle commissioni di intermediazione.

SHARE

Altri articoli