3 cittadini su 4 potrebbero risparmiare molto sulla spesa sanitaria, semplicemente cambiando la compagnia con la quale sono assicurati. A sostenerlo è l’authority a tutela dei consumatori e il consiglio nazionale sulla sanità.

Si può arrivare a risparmiare anche 100e l’anno a persona senza modificare i trattamenti ma limitandosi a cambiare società.  Solo il 6% della popolazione cambia compagnia a conferma che le informazioni di pubblico dominio e la possibilità di accedervi da parte della popolazione sono ancora limitate.

Secondo il direttore dell’authority cambiare compagnia serve a tenere il mercato dinamico e costringe le compagnie a rispettare uno standard qualitativo elevato. Per legge, i cittadini hanno tempo fino al 31 gennaio per scegliere una nuova società con la quale assicurarsi.

Le compagnie sono circa 50 e offrono oltre 1000 pacchetti tra i quali scegliere la propria copertura assicurativa sanitaria.

Le polizze base vengono stabilite per legge mentre su prezzi e condizioni di accesso le compagnie possono competere sul libero mercato. In Olanda l’assicurazione sanitaria “base” è obbligatoria per tutti e i trattamenti sono finanziati con un meccanismo pubblico-privato.