Un pò di chiarezza nella giungla delle assicurazioni sanitarie, almeno questa appare la motivazione che ha spinto la compagnia CZ a pubblicare i dettagli di alcuni accordi che l’assicuratore e ospedali convenzionati hanno stipulato.

La sorpresa, nel leggere le tariffe accordate è l’ampia forbice tra i costi di un trattamento in una zona del paese rispetto ad un altro; nelle grandi città, ad esempio, un intervento ambulatoriale può arrivare a costare il triplo rispetto allo stesso intervento in provincia. Anche comparando tra loro le province, tuttavia, le differenze tra un angolo e un altro del paese possono essere notevoli.

In Olanda, l’assicurazione sanitaria per la copertura di alcuni servizi base è obbligatoria. Le compagnie possono competere sul mercato trattando con i fornitori di servizi (gli ospedali) i prezzi più vantaggiosi.

Il 90% del mercato della salute nei Paesi Bassi è in mano a  4 operatori e la CZ è la prima compagnia ad aver risposto alla “chiamata per la trasparenza” voluta da un’associazione di consumatori. La lista degli accordi pubblicata, riguarda trattamenti che rientrano nel costo massimo della franchigia a carico dei pazienti, che al momento è fissata a 885e.