The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ZORG

Assicurazione sanitaria, la banca centrale avverte: polizze complementari in perdita. Sul lungo termine, servizi a rischio

Secondo DNB, gli olandesi acquistano i pacchetti aggiuntivi solo con la certezza di utilizzarli

Le polizze complementari per il dentista o il fisioterapista, potrebbero -sul lungo termine- finire in perdita, avverte la Banca centrale olandese (DNB). L’istituto svolge anche il compito di supervisore sull’attività delle compagnie.

Secondo DNB, gli olandesi acquistano i pacchetti aggiuntivi solo con la certezza di utilizzarli. Lo stesso scopo di questi trattamenti aggiuntivi, dice il documento, sarebbe venuto meno: da copertura assicurativa sarebbero diventate “sottoscrizioni” che i pazienti acquistano quando ne hanno bisogno.

A differenza della polizza assicurativa di base, la politica non interviente sui pacchetti aggiuntivi: si tratta di prodotti commerciali, venduti sul mercato libero. Tra i più popolari il dentista (45 percento dei premi) e il fisioterapista (30 percento).

DNB esorta le compagnie a trovare nuovi modi per soddisfare le esigenze del cliente e allo stesso tempo continuare a generare profitti.

La polizza complementare è molto popolare: ne ha stipulata una l’84% degli assicurati, percentuale rimasta stabile dal 2015.  Gli assicuratori hanno registrato l’anno scorso un utile di 26 milioni di EUR, ossia appena lo 0,6%.

 

Questa situazione, avverte la banca centrale, potrebbe portare ad una riduzione del servizio offerto. Il direttore del sito di comparazione Zorgkiezer.nl ha detto a Volkskrant che le compagnie già risparmiano da tempo sui servizi offerti con le polizze aggiuntive.