NL

NL

Arrestato sospetto per incendio ad antenna 5G a Groningen

La polizia ha arrestato un uomo di 34 anni sospettato di incendio a Groningen contro un’antenna 5G il 10 aprile. L’arresto è avvenuto a seguito del programma televisivo Opsporing Verzocht, che ha trasmesso le immagini dell’evento e gli spettatori hanno chiamato fornendo informazioni.

In totale, dal 3 aprile sono stati presi di mira 18 centrali di telecomunicazione, con l’ultimo tentativo di mercoledì a Vlissingen. Gli attacchi sono probabilmente collegati ai complottisti che credono che la pandemia di coronavirus sia causata dal lancio dei servizi 5G.

La polizia ha ricevuto 25 segnalazioni sugli incendi a seguito della trasmissione, e giovedì il programma ha anche mostrato le immagini di due sospetti che hanno dato fuoco a un’antenna sul tetto di un parcheggio ad Amsterdam. Non è ancora chiaro se l’uomo, arrestato a Groningen, abbia avuto a che fare con gli attacchi incendiari in altre parti del paese.

L’unità antiterrorismo NCTV ha definito il sabotaggio delle centraline di telecomunicazioni “uno sviluppo preoccupante” perché la rete di telecomunicazioni è essenziale per garantire i servizi di emergenza e la comunicazione agli ospedali e alle case di cura.

L’ Olanda non ha ancora il 5G, anche se sono in corso alcune prove.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli