NL

NL

Arrestato negli Emirati il ​​trafficante di esseri umani ricercato dai Paesi Bassi

Domenica scorsa, negli Emirati Arabi Uniti, è stato arrestato un trafficante di esseri umani eritreo presente sulla Nationale Opsporingslijst, l’elenco dei ricercati all’estero dalla polizia olandese. L’uomo di 39 anni è il principale sospettato in un’indagine del Pubblico Ministero e del Marechaussee, dice NOS.

L’eritreo è sospettato di guidare un’organizzazione criminale dedita al traffico di esseri umani africani verso l’Europa. Le vittime hanno subito aggressioni aggravate, rapimenti, estorsioni, stupri e privazioni della libertà, dice il pm. Molti non sono sopravvissuti al viaggio in Europa e anche se le vittime sono arrivate, sono state estorte loro somme ingenti per portare in Europa un altro membro della famiglia.

Le indagini congiunte, sono state effettuate dall’Italia dalla Corte penale internazionale (ICC) e poi dall’Europol e dall’Interpol, tra gli altri. Gli Emirati Arabi Uniti e l’Interpol hanno annunciato l’arresto dell’uomo nel corso della settimana appena conclusa.

Il sospetto era stato arrestato in Etiopia, ma è fuggito durante un’udienza del suo processo: dopo la sua fuga, è stato condannato all’ergastolo  per traffico di esseri umani in Africa. I Paesi Bassi chiederanno l’estradizione agli Emirati Arabi Uniti e l’eritreo potrà quindi essere processato qui per reati per i quali non è ancora stato processato in Etiopia.

Nello stesso caso, a ottobre l’Etiopia ha estradato un altro sospetto nei Paesi Bassi.

SHARE

Altri articoli