Rene V., un 24enne sospettato di aver pugnalato quattro donne che facevano jogging dalla sua auto, è stato arrestato grazie ad una delle vittime che aveva annotato la targa della sua auto. Il fatto è stato reso pubblico durante il processo, scrive AD.

L’incidente a Schagen è avvenuto nel giugno dello scorso anno. La vittima faceva jogging quando un’auto che suonava il clacson le si è avvicinata, il conducente ha prima rivolto commenti sessiti, quindi l’ha schiaffeggiata dal finestrino. La ragazza non è stata ferita, ma ha segnato il numero di targa e ha chiamato la polizia.

Dopo che altre quattro donne sono state aggredite e pugnalate da un uomo da un’auto in movimento nel novembre dello scorso anno e nel gennaio di quest’anno, ha contattato nuovamente la polizia a febbraio. La polizia è riuscita a rintracciare l’uomo, perché l’auto che stava guidando a Schagen era registrata da sua suocera.

Il 22 novembre V. ha pugnalato dal suo SUV una jogger di 52 anni e poi una ciclista di 18 anni a Castricum. La ciclista ha subito danno ad un polmone, la jogger una ferita al braccio. Quattro giorni dopo l’uomo ha attaccato una donna di 18 anni mentre faceva jogging a Egmond. Due mesi dopo, il 26 gennaio, ha pugnalato una ragazza di 15 anni in bicicletta a Barsingerhorn.

V. in precedenza aveva detto alla corte di ricordare molto poco delle pugnalate, perché all’epoca era sotto l’effetto di droghe. Ha confessato le pugnalate subito dopo essere stato arrestato. A quel tempo, V. era già sotto inchiesta per aver minacciato di violentaza cinque donne e di averne perseguitata un’altra. È stato arrestato in relazione alle coltellate di aprile.