The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

RIGHTS

Arrestato in Olanda nel 2012 sarà processato in Turchia: riparte l’estradizione dopo il golpe del 2016

La corte di Den Haag ha dato il via libera per l'estradizione, l'uomo potrà poi fare richiesta per lo sconto della pena in terra olandese

I Paesi Bassi avvieranno l’iter di estradizione per Osman A., uomo di origini turche richiamato dalle autorità nazionali per essere processato in patria. Su di lui pendono le accuse di contrabbando di sostanze stupefacenti ed associazione criminale.

L’uomo è stato arrestato sul suolo olandese nel 2012 e finora ha rinunciato di ritornare in Turchia per paura di subire un processo in violazione dei diritti umani. Ousman si è opposto finora anche perché sicuro del fatto che in una prigione turca non gli verrebbe riservato un trattamento consono ai problemi psicologici di cui egli stesso afferma di essere affetto da anni.

La corte di Den Haag ha stabilito che le autorità turche hanno fornito tutte le garanzie necessarie riguardo la salvaguardia dell’uomo. Il sospettato sarà inoltre libero di presentare richiesta per scontare la pena in una prigione olandese. E’ la prima volta, dopo il golpe di stato turco del 15 luglio del 2016, che i Paesi Bassi hanno ripreso ad accettare richiesta di estradizione dalla Turchia.