Source pic: Pixabay

Vent’anni di prigione per un uomo di Rheden, autore di un femminicidio ad Arnhem, che ha sparato a un’amante incinta, racconta NOS. Ilf 46enne Gerrit H. di Rheden, l’estate scorsa ha ucciso a colpi di arma da fuoco la sua amante rimasta incinta di lui. perché lei voleva tenere la bambina e aveva annunciato la gravidanza attraverso i social media.

Per il brutale gesto, l’uomo è stato condannato a 20 anni di carcere e dovrà risarcire le figlie della vittima con 77.000 euro.

Armato di pistola, dice NOS, l’uomo si è recato nell’appartamento della donna con cui aveva una relazione e l’ha freddata con due colpi di pistola. Quando era agonizzante ed indifesa, ha detto il pm, l’uomo non ha esistato a spararle altri due colpi. 

Gerrit H. ha provato a ridimensionare il gesto ma il giudice non ha creduto alla tesi del “momento di follia”: avrebbe agito sapendo cosa faceva, in modo mirato e con determinazione. “L’uomo ha cercato di risolvere il suo problema  in modo raccapricciante”, ha detto la corte. “Si è assicurato che le due figlie della vittima – che anche lui conosceva e che gli volevano bene – perdessero la madre”.