La polizia ha trovato una piantagione di cannabis durante le indagini sulla morte di due uomini di Arnhem e uno ad Amersfoot. Le vittime sono state gravemente ferite o uccise in luoghi diversi venerdì. La piantagione invece è stata trovata e smantellata lunedì dalla polizia.

Hanno rinvenuto la cannabis in un edificio a Jansbinnensingel, dove la polizia ha trovato un uomo gravemente ferito. Il 53enne, occupante dell’edificio in cui è stato trovato, è morto nelle prime ore di sabato mattina in ospedale. Gli investigatori hanno determinato la causa della morte, ma non sono state fornite ulteriori dettagli nell’interesse delle indagini.

Pare esserci un collegamento con il 53enne e la sparatoria nella Cronjestraat di Arnhem, in cui è stato ucciso un uomo di 55 anni invece. Gli investigatori stanno studiando possibili collegamenti tra le due morti e la morte di un uomo di 74 anni ad Amersfoort. Quest’ultimo è stato trovato morto in un’auto alla stazione dei treni.

La polizia ipotizza che la morte del 74enne possa essere stato un suicidio. Potrebbe essere stato coinvolto nella morte degli altri due uomini e forse in una terza fatalità sconosciuta. “La squadra investigativa sta considerando una possibile terza vittima, fin ad ora sconosciuta” ha riferito la polizia. 

La piantagione di marijuana conteneva 248 piante. Si trovava nel seminterrato dell’edifico e aveva un collegamento elettrico illegale. Il sindaco, Ahmed Marcouch, ha proceduto alla chiusura dell’edificio.

L’indagine è in corso e la polizia non intende rilasciare ulteriori dichiarazioni fino a quando non avrà un quadro completo dell’accaduto.