Al termine di una maxi-operazione condotta dalle unità speciali anti-terrorismo, la polizia olandese ha arrestato 7 uomini ad Arnhem e Weert, sospettati di pianificare un attentato di vaste proporzioni. Gli uomini di età compresa tra 21 e 34 anni, tra cui la mente, hanno precedenti condanne per aver tentato di unirsi a IS in Siria, ha detto il dipartimento di pubblica accusa.

Le indagini, stando a NOS, hanno avuto inizio da aprile quando l’AIVD, il servizio di intelligence, ha iniziato a monitorare un 34enne sospettato di pianificare un attentato ad un grande evento.

Il piano, secondo le informazioni trapelate, prevedeva l’utilizzo di un’autobomba, di kamikaze e di armi da assalto. 

“I sospettati stavano cercando AK47, pistole a mano, bombe, giubbotti da riempire di esplosivo e volevano impiegare un’autobomba”, ha detto il dipartimento di pubblica accusa. ”

L’unità anti-terrorismo ha deciso di intervenire ieri sera perchè la preparazione dell’attentato sarebbe stata, ormai, in fase avanzata. Secondo la pubblica accusa, gli arresti della presunta cellula avrebbero sventato l’attacco.

Il livello di allerta nei Paesi Bassi rimane di livello 4, un grado sotto il livello massimo di rischio. I sette uomini, che si trovano in isolamento e hanno solo contatti con il loro avvocato, compariranno in tribunale venerdì per l’udienza preliminare.