The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Armi agli ausiliari del traffico, sì dal governo

Gli ausiliari del traffico BOA saranno più facilmente in grado di ottenere manganelli ed altre armi leggere, ha annunciato venerdì il ministro della Giustizia e della sicurezza Ferd Grapperhaus.

Alcuni strumenti  e armi di difesa saranno disponibili, a condizione che il sindaco, le forze dell’ordine e le autorità giudiziarie di un determinato comune concordino sul loro uso. Questa misura verrà adottata subito dopo l’approvazione del senato olandese di un disegno di legge che rende quasi impossibile processare agenti di polizia responsabili di abusi.

L’aggressività contro i BOA è in aumento negli ultimi mesi.

In questo periodo molti agenti hanno dovuto fronteggiare diverse situazioni di tensione scaturite dal fatto che sono stati loro a dover far rispettare le misure di contenimento del Covid-19. All’inizio del mese scorso, per esempio, un agente  ha subito un’aggressione sulla spiaggia di IJmuiden.

Secondo quanto riferito, la nuova regola è pensata per dare agli ufficiali la capacità di mantenere meglio l’ordine pubblico e di ridurre la loro vulnerabilità. I BOA, svolgono ruoli civili come guardiacaccia, ispettori ambientali, investigatori sociali o assistenti al traffico. In genere non devono essere armati, ma hanno il diritto di trasportare armi solo in circostanze speciali. La nuova norma rende più facile per gli agenti l’uso di armi.

“L’autorità locale può decidere se dotare i BOA di armi secondo criteri chiari. Il ministro li verificherà solo in seguito”, ha detto il capo del sindacato BOA Ruud Kuin al giornale AD venerdì. Secondo le norme politiche ufficiali BOA, l’ambito di applicazione della forza che tali ufficiali hanno il diritto di esercitare include l’uso di manette, manganelli, spray al pepe, cani da guardia e persino armi da fuoco.