ART

ART

Anversa invita alla riflessione sulle religioni del mondo con “The Colour of Water”

Tre artisti iraniani, Mohammad Eskandari, Nasser Bakhshi e Roghyeh Najdi, espongono le loro opere in una mostra collettiva intitolata The Colour of Water. L’esposizione, visitabile fino al 23 agosto, avrà luogo nel padiglione del Museum Aan de Stroom nella città belga di Anversa.

La Pedrami Gallery, un centro per le opere d’arte del Medio Oriente ad Anversa, in collaborazione con l’organizzazione no-profit Antwerp Art, riunisce il lavoro di sette artisti in totale.

E sono tutti geograficamente o culturalmente legati al Medio Oriente. Il titolo fa riferimento a un brano scritto da un mistico, poeta e filosofo sufi del XII secolo, Ibn Arabi. Si tratta in realtà di sensibilizzazione e accettazione delle varie forme di fede.

Secondo Ibn, il rispetto dell’altro e in particolare della libertà di culto si specchia alla perfezione nell’espressione il colore dell’acqua è il colore del recipiente. E non finisce qui: riconoscere la comunanza di fondo delle varie religioni porterebbe all’accettazione di tutte le forme di fede del mondo.

Oggi, in un mondo che cresce così velocemente su scala globale ma allo stesso tempo rimane chiuso e polarizzato, la Pedrami Gallery propone un principio così antico, e non a caso. Lo scopo è quello di stimolare una riflessione sulle nozioni di territorio, identità di nazione e fede; e proprio questo emerge dalle opere d’arte contemporanea dei pittori iraniani.

SHARE

Altri articoli