ClaudieMS, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

La Global Mercy, nuova nave ospedale dell’associazione Mercy Ships, è arrivata ad Anversa domenica. Nei prossimi sei mesi, la nave ospedaliera privata più grande del mondo sarà allestita nel porto della città.

Mercy Ships navigherà lungo i porti africani con professionisti volontari per fornire assistenza sanitaria alle persone senza accesso diretto ad essa. Global Mercy, la seconda nave dell’organizzazione, è stata recentemente costruita in Cina. “Il piano originale era quello di completare la conversione in nave ospedale nelle Filippine, ma la crisi dettata dal coronavirus ha messo in discussione questa idea”, spiega Bert van Dijck, presidente di Mercy Ships Belgio. “Per questo motivo abbiamo dovuto cercare un nuovo porto l’anno scorso”.

La scelta è ricaduta su Anversa, dove la nave è arrivata domenica. Mercy Ships ed il porto della città fiamminga sono in partenariato dal 2015. Qui sarà ormeggiata gratuitamente per sei mesi al centro operativo nautico dell’autorità portuale. Una cinquantina di aziende del porto stanno sostenendo la nave, sia finanziariamente che fornendo alcuni servizi gratuiti.

La nave è lunga 174 metri e larga 28, ha 12 piani ed un peso totale di 37.000 tonnellate. Disporrà di 7.000 metri quadrati di spazio ospedaliero, con sei sale operatorie e circa 200 posti letto. Una volta completata, la Global Mercy partirà per la sua prima missione a Dakar, Senegal, dove ci sarà il battesimo della nave.